Archivio della categoria ‘editoriale’

Editoriale

Mercoledì, 1 Ottobre 2014

Dove siamo:

L’I.R.I.S. si trova a nord di Milano a circa 20 minuti dalla Stazione centrale con pullman 727 – 728 – 729 e a circa 1 ora dai maggiori aeroporti.

 

Miei cari amici,

 

Ricerca il bene in tutte le cose e fai pubblicamente l’elogio di quello che avrai trovato. Non fermarti alle caratteristiche mutevoli dell’io esteriore, ma sforzati di scoprire in tutti, la personalità interiore, il vero Sé. Impara a conoscere tutti gli esseri ed amali”.

(Estratto dal Codice di Vita).

 

Noi dimentichiamo troppo spesso che il nostro inconscio comunica con quello di tutti i nostri fratelli e sorelle umani. L’anima universale, l’oceano di vita, esprime l’idea di unità, di coesione e di armonia.

Così ogni pensiero, ogni parola, ogni atto, prendono una risonanza particolare e sono retti dalla legge di compensazione che non permette alcuna eccezione.

Non serve a niente illudersi, se vi è opposizione e se deve esservi conflitto; è unicamente sul piano interiore e personale che conviene situarli.

Il fatto di giudicare gli altri, specchio delle nostre imperfezioni, ci allontana dal nostro vero Essere sicuramente, la critica negativa, la maldicenza, sono da rifiutare con determinazione e risoluzione poiché conducono alla tristezza ed alla sconfitta dell’anima.

Ogni imperfezione scoperta nel nostro fratello, deve incitarci a lavorare su noi stessi alfine di eliminare l’erba cattiva.

Trionfando sugli aspetti negativi e restrittivi della nostra natura, utilizziamo la legge di compensazione nel suo senso positivo e siamo veramente gli artigiani della nostra felicità e della nostra riuscita.

Condannarsi dopo una sconfitta cocente, non serve a niente.

Ma, al contrario, le nostre pene, le esperienze infelici, le prese di coscienza dolorose, la comprensione dei nostri errori, devono essere altrettanti gradini che ci elevano verso la vetta dell’illuminazione.

Se occorre guerreggiare, allora lottiamo risolutamente contro i pregiudizi, le falsità, i compromessi, i giudizi vani, l’orgoglio, l’egoismo e tutto l’insieme dei sentimenti inferiori e meschini che sono altrettanti ostacoli alla nostra realizzazione.

In altri termini, lottiamo per la padronanza di noi stessi, il trionfo del maestro del tempio interiore, eleviamoci risolutamente sapendo che i nostri sforzi saranno benefici per l’umanità intera.

 

“Colui per cui tutto è unità, che riporta tutto all’unità e che vede il tutto nell’Uno, può essere fermo nel suo cuore e dimorare pacifico in Dio”. (L’Imitazione di Gesù Cristo).

 

Ogni mese, vi invito a partecipare con me a un’esperienza mistica speciale.

A tal scopo, procedete secondo le seguenti istruzioni:

 

Ogni venerdì, in un momento di vostra scelta compreso tra le 21.00 e la mezzanotte, e possibilmente in un luogo in cui potrete essere soli e tranquilli, sedetevi, chiudete gli occhi, separate i piedi e appoggiate le mani sulle ginocchia.

 

Assunta tale posizione, rilassatevi bene ed effettuate tre profonde Recitate mentalmente una preghiera, dopodiché visualizzate per alcuni istanti il vostro Maestro interiore, ed irradiate verso di lui tutti i vostri pensieri di salute, di forza, di coraggio e di pace.

 

Attendete qualche istante, poi visualizzate le stesse vibrazioni di salute, di forza, di coraggio e di pace che partono dal suo cuore e si dirigono verso di voi. Siate il più possibile ricettivi e passivi per uno o due minuti.

 

Poi, mentre visualizzate ancora una volta il Maestro che, per tutta la durata di questa esperienza agisce al livello della sua funzione ufficiale, vale a dire a partire dal piano mistico che gli è proprio, irradiate insieme a lui dei pensieri positivi su tutta la superficie della Terra, verso l’umanità intera, in modo particolare verso tutti coloro che soffrono fisicamente o moralmente, nonché verso le persone anziane che, troppo spesso, vengono emarginate.

 

A conclusione di questa esperienza mensile, recitate mentalmente una preghiera di chiusura, e ritornate alle vostre occupazioni.

 

All’inizio, questa esperienza richiederà un po’ di tempo da parte vostra, forse un quarto d’ora, ma se la farete, constaterete che vi occorrerà sempre meno tempo per realizzarla.

 

Inoltre, ne trarrete benefici sempre più considerevoli su tutti i piani del vostro essere.

 

DONI

 

Regolarmente, ci inviate dei doni, per aiutarci a compiere al meglio le nostre attività filosofiche e mistiche, ( libri, oggetti, candele ecc..), oppure ci aiutate a mettere in ordine l’istituto e fare le pulizie.

 

Gli introiti annuali non sono sufficienti per coprire tutte le spese inerenti all’IRIS, questi doni ci permettono di risparmiare.

 

Cogliamo l’occasione di per ringraziarvi sinceramente della vostra generosità.

 

Con i miei migliori auguri di Pace Profonda,

 

Sinceramente con affetto Maria.