Archivio della categoria ‘Astrologia’

Costellazione della Vergine

Mercoledì, 1 Ottobre 2014

Il segno della “Vergine” (comune, terra) è rappresentato da una giovane donna che tiene una spiga di grano, simbolo del tempo delle messi, della natura che si offre in questo mese di settembre.

 

Anche le persone influenzate dal segno della Vergine si offrono.

 

Sono servizievoli e devote, non amano farsi notare e vogliono restare nel giusto mezzo (da sottolineare che il segno della Vergine è il sesto segno dello zodiaco).

 

I “Vergine” tendono a svalutarsi e ciò dà loro quella modestia che, spesso, è il segno di un’assenza di apertura e di fiducia nei propri mezzi. Sono timidi e legano poco, benché siano sempre disponibili, a causa della loro volontà di servire.

La donna del segno è una Penelope nata.

 

Le facoltà di ragionare e di discernere caratterizzano i soggetti della Vergine; la loro ragione controlla, ordina e analizza.

 

Non possono concepire qualcosa che non possa essere realizzato, poiché il loro intelletto è volto al concreto.

 

Sono osservatori, precisi, metodici e dotati per ogni lavoro che richieda l’osservazione del minimo particolare.

 

Essi spingono, d’altronde, la minuzia al punto di spaccare, talvolta, “il capello in quattro”.

 

I “Vergine” si preoccupano molto per la loro salute; hanno gli intestini deboli (la Vergine governa l’addome) e, forse per questa ragione, sono molto esperti di dietetica e di igiene.

 

I difetti della Vergine sono: uno spirito troppo critico, ossessioni molteplici (del dettaglio, della pulizia e del nutrimento), la tendenza a dubitare di se stessi che provoca rimorsi e rimpianti, ed infine la tendenza all’affaticamento intellettuale, che indebolisce il loro sistema nervoso rendendoli irritabili.

 

Mercurio, che rappresenta l’intelletto, governa la Vergine, segno della ragione.

Yogi Bhajan, Tratto da “Diagonale” – n° 6 – Inverno 1991 (trascrizione di Indra Kaur)

Lunedì, 24 Febbraio 2014

Yogi Bhajan, Tratto da “Diagonale” - n° 6 - Inverno 1991 (trascrizione di Indra Kaur)

Lo zodiaco, i dodici segni, nelle parole del Maestro indiano Yogi Bhajan.

Quando l’universo e le stelle tutte
Danzano e incrociano le orbite,
Lasciando code di luce
Nei triangoli dei zig zag,
La vera esistenza, e la sua lealtà, è chiamata ARIETE.

Quando il mite diventa il forte,
E la giustizia risiede nel centro del Sé
E l’emotività è sostituita dalla gentilezza,
L’universo viene,
Accompagnato da un’ovazione continua,
Benedicendo la grazia del poter del Signore.
Questo è il potente TORO.

Quando l’innocente ama l’innocente
E l’apertura diventa riservata
E la mescolanza dei tre mondi,
Passato presente futuro, giugne a termine
Si sperimenta il GEMELLI.

Quando tutte le stelle danzano intorno
Alla luna riflettendo il potente sole,
Nell’aurora del giorno
E nella bellezza del tramonto,
Sono i bambini della luna che riflettono,
Con le lacrime, il Sé e l’Altruista: il CANCRO.

Quando fui scacciato nella savana,
Udii il ruggito del leone,
E vidi il loro branco ridere di me
Perché non potevo essere come loro.
Maestro delle bestie…Singha…il LEONE!

Nel sé cristallino ho visto
La genuina freschezza della luna,
E la brezza leggera
Che spandeva baci nel mattino
E la bellezza di un minuscolo cristallo,
Puro come l’acqua di rugiada
E nutrendo l’essenza del fuoco
Come un bagliore nel sole
Fui sorpreso di essere un VERGINE.

Quando il divino deve essere compreso,
La nobiltà va sperimentata
E la divinità va praticata,
E l’umano vuole vedere la luce.
L’equilibrio della Bilancia crea armonia,
Nell’eguaglianza dell’amore,
Con l’estasi della consapevolezza,
Per preservare la dignità di tutte le creature.
Dove la legge della vita è in equilibrio,
Esiste il dominio della BILANCIA.
In questa esistenza l’uomo può servire
Il buio e la luce.

Quando tutte le testimonianze celesti
Sono dimensionate per essere uno
Dalla forza del vento
E dal potere delle stelle
E quando il Signore dell’aria e dell’ego
Attacca e ingoia la consapevolezza del mondo,
Il cobra danzante, si realizza lo SCORPIONE.
Dal nulla al tutto,
Dal tutto al niente…in un momento.

Quando il potere della bestia
Sorpassa tutti i limiti,
E quando l’infinito
Si fonde nella bontà della realizzazione,
Nella sofisticatezza di questa virtù
Ecco il SAGITTARIO.

Quando i movimenti giungono a termine
E l’infinito diventa eternità,
Quando la totalità di Dio,
E il senso di bellezza della saggezza,
Gode il rapporto con il carattere nobile di fermezza,
Nasce un CAPRICORNO,
Per glorificare il mondo con la sua totale fermezza.

Il più bello ed esaltato sé dell’essere,
Comincia fluendo
Come nettare paradisiaco
Nel vero essere di tutti
Che vede, tocca, odora e penetra.
In questo flusso della vita, esiste l’ACQUARIO,
Come una ninfea nella pozza d’acqua.

Tutto dall’inizio alla fine
E’ la bellezza e la tendenza della vita;
Che corre in circoli
E tiene la storia dell’universo in memorie,
Ripercorrendole da una estremità all’altra.
E, quando tutte le sfaccettature del carattere
Diventano umili e si fondono per risorgere,
Nasce un PESCI,
Come un pesce che scivola nell’acqua
E non può vivere senza di essa,
Ma l’acqua può vivere senza esso
Per trovare la gloria della non-esistenza
Per l’esistenza del domani.

~ ° ~

 ricerche di Marina Pozzi

OROSCOPO PERSONALE

Lunedì, 25 Novembre 2013

oroscopo personale consiste in un’accurata ricerca del carattere e dei tratti più importanti della personalità; questi vengono evidenziati attraverso una serie di aspetti tra i pianeti e il punto di nascita che possono essere positivi o negativi e danno energia all’esistenza di ogni persona.

L’oroscopo può essere un’idea regalo originale: si presenta in una graziosa confezione ed è stampato su carta colorata a secondo il proprio segno zodiacale.

Il costo di questa idea regalo per i soci dell’. I.R.I.S. è di € 80,00.

Influsso della Luna Nera

Venerdì, 3 Maggio 2013

Sesso e Amore

Questa misteriosa entità astrologica, che alcuni identificano con la faccia nascosta della Luna ed altri con il suo apogeo, ha affascinato gli studiosi fin dai tempi più antichi. Le sue origini risalgono al mito di Lilith, legato alla vita sentimentale e sessuale degli uomini.

 Il mito

Nel Pantheon divino assiro-babilonese, Lilith (in astrologia la Luna Nera) era il demone di sesso femminile che vagava nelle tenebre della notte. Un bassorilievo sumerico del 2000 a.C. circa la raffigurava in forma di donna con le ali. Per gli antichi ebrei era una degli animali da preda che devasteranno la Terra il giorno del giudizio (ne parlano le Sacre Scritture) o la creatura infernale che minaccia i viandanti solitari dopo il tramonto e le donne in procinto di partorire. Per scongiurare l’influsso nefasto di Lilith, quando una partoriente era in preda alle doglie, il marito attaccava ad una parete o sulla porta di casa un amuleto con l’effigie del demone. Ma perché tanta malvagità? Secondo la tradizione ebraica, Lilith sarebbe stata la prima moglie di Adamo, creata dalla polvere e dai rifiuti. Ma il seguito questi la ripudiò per unirsi ad Eva, nata da una sua costola. Allora Lilith, in preda ad un’ira terribile, fuggì sul Mar Rosso e si unì ad una moltitudine di demoni, coltivando nel suo cuore sentimenti di vendetta nei confronti dell’uomo. La donna-vampiro, l’incantatrice, la strega in sembianze di dolce fanciulla, sono forse altrettante proiezioni di Lilith nell’inconscio collettivo maschile (per citare un termine junghiano). Lilith è il nero simbolo di un “femminile” che uccide il maschio dopo avergli dato piacere. L’ancestrale paura per la donna della cultura giudaico-cristiana affonda certamente le sue radici anche in questo mito nato nella leggendaria Babilonia e diffusosi in seguito nella regione siro-palestinese.

Nella cabala, Lilith è associata al pianeta Saturno ed è la madre di tutte le malinconie e del cattivo umore. Nella mitologia pagana, per finire, è legata al mito di Persefone (figlia della dea della Terra Demetra). Di lei innamorò Plutone, dio degli Inferi, che la rapì, ne fece la sua sposa e la costrinse a trascorrere sei mesi con la madre sul nostro pianeta e altri sei con lui nelle tenebre infernali.

La Luna Nera in astrologia

 Secondo alcuni la Luna Nera (Lilith) sarebbe un piccolo corpo celeste (il secondo satellite della Terra) osservato per la prima volta nel 1618 dal gesuita-astronomo Giovanbattista Riccioli (le effemeridi relative a questa Luna Nera sono state pubblicate in America). Per altri, è la faccia oscura della Luna, quella che non vediamo mai dalla Terra. Nel 1937 l’astrologo americano Dom Neroman ha elaborato infine l’interessante teoria che considera la Luna Nera non un corpo celeste, ma la fa coincidere con l’apogeo lunare, vale a dire il punto corrispondente alla massima distanza della Luna dalla Terra. Lo spostamento della Luna Nera, ossia la velocità di rotazione apparente della linea che unisce il perigeo lunare (punto corrispondente alla minima distanza della Luna dalla Terra) all’apogeo lunare è di circa 3° al mese. Non tutti gli astrologi prendono in considerazione la Luna Nera nella stesura e l’interpretazione di un tema di nascita. Altri la considerano invece di grande interesse. In chiave psicoanalitica, Lilith rappresenta infatti il lato inconscio più tenebroso del “femminile” (elemento presente, non dimentichiamolo, anche nella struttura psichico-spirituale del maschio), simboleggia l’Eros tormentato e torbido, capace di tutti gli eccessi, ma anche la passione devastante e (secondo un’ottica “femminista”) la ribellione della donna all’uomo che vuole mortificarla e sottometterla, e il suo anelito a liberarsi da uno strato di sudditanza. In base a mie personali esperienze, ritengo che la Luna Nera fornisca un elemento in più per capire il tipo di sessualità di un individuo, le sue pulsazioni più segrete e il modo in cui l’erotismo influenza le sue scelte sentimentali.

ARIETE

 Sensuali ed aggressivi in amore. I nativi con questa Lilith antepongono spesso il piacere a qualsiasi cosa, almeno nella giovinezza. La componente erotica del loro temperamento manca però di sfumature ed una certa ingenuità di fondo può renderli vittime di partner che sembrano sessualmente superdotati ma sulla distanza si rivelano deludenti. Sono attratti da chi ha il Sole in Ariete, Toro, Leone, Vergine, Scorpione, Aquario.

Lei. Ama il macho un po’ brutale, l’uomo che la trascura di giorno e la fa fremere di piacere nella notte. È comunque una donna che sa gestire razionalmente propri istinti quando è in pericolo la sua libertà d’azione e rifiuta decisamente il ruolo della vittima. Se il compagno la delude sul piano sessuale non esita a tradirlo.

Lui. Non è romantico e mira a ottenere subito quello che vuole. Si annoia con le donne materne e pudiche, può attraversare momenti di astenia sessuale quando è depresso e le sue performance sono di tipo più quantitativo che qualitativo.

 TORO

 Questa Lilith pone la sensualità al primo posto tra le manifestazioni vitali e se il tema di nascita é ben congegnato saprà trarre dagli incontri amorosi molte gratificazioni sul piano fisico. Corre però il rischio di esagerare e abbandonarsi troppo al sesso (o alla gola e a tutti i piaceri della vita, quando le gioie del talamo sono scarse). I partner sessuali più indicati appartengono ai segni dell’Ariete, Toro, Scorpione, Sagittario e Pesci.

Lei. Il sesso che predilige è quello abitudinario e non ha molta fantasia nei preliminari. Apprezza solo gli uomini capaci di prestazioni robuste e dà il meglio di sé con un partner fisso. Non è però moralista e, pigrizia parte, l’avventura la stuzzica parecchio. Se lui è “bravo” è un amante caldissima.

Lui. Considera il sesso una faccenda naturale, come mangiare e dormire, ma non manca di romanticismo ed è piuttosto possessivo. Se trova una donna che lo appaga fisicamente è fedele, ma se viene respinto prende la cosa malissimo e può diventare vendicativo.

 GEMELLI

 Il sesso per il sesso annoia un poco la raffinata e fredda Lilith in Gemelli, più attratta dalla malizia ed il mistero di un partner sofisticato e anticonformista e che i caldi abbracci di un innamorato fedele. Apprezza anche i rapporti platonici se sono ravvivati da un intenso scambio intellettuale, ma non disdegna l’avventura di una notte o la bisessualità ed è sensibilissimo al richiamo di chiunque gli appaia insolito. Lega soprattutto con Gemelli, Vergine, Bilancia, Aquario, Pesci.

Lei. Eterna  adolescente, instaura con gli uomini molti rapporti di amicizia sessuale che si affiancano disinvoltamente ad un eventuale legame “serio”. Ama il corteggiamento e l’amore in situazioni fuori dell’ordinario e può diventare frigida se non è stimolata mentalmente.

Lui. Sogna di incontrare belle straniere tenebrose nel corso dei suoi viaggi ed è incuriosito dalle adolescenti un po’ perverse. Non è un maratoneta del sesso: la sua libido reagisce inoltre male (con le inevitabili conseguenze) se la partner è goffa o agitata.

CANCRO

 Lilith nel segno lunare regala una sensualità complicata e incline alle evasioni,con tendenza a confondere il sesso con l’amore e fuggire una realtà che delude attraverso ripetute avventure. Tuttavia, poiché l’esigenza di essere amati è fortissima (specie nei segni di Acqua e Fuoco), i nativi possono dedicarsi anima e corpo a chi riesce a farli innamorare davvero. E allora saranno capaci di grande fedeltà. Feeling con Toro, Cancro, Vergine, Capricorno, Pesci.

Lei. Il profondo legame con la famiglia può condizionare , in positivo o in negativo, tutta la sua vita sessuale. È portata agli amori impossibili e dietro un atteggiamento pudico nasconde una violenta sensualità. Ama il maschio dolce e selvaggio al tempo stesso.

Lui. È un complicato: anche nel letto convive con il fantasma di una madre onnipresente. L’incesto potrebbe tentarlo, ma una strana timidezza lo paralizza quando è la donna a fare le avances. Vuole sesso ma anche dolcezza (in questo è simile alla Lilith femminile in Cancro).

 LEONE

 L’energia sessuale di questa Lilith può sublimarsi in una attività artistica o uno scopo importante, ed disdegna gli amori tiepidi ed il sesso abitudinario. Tende a dominare il partner e a soggiogarlo con il suo fascino imperioso, è orgogliosa all’eccesso e vuole essere lei a dirigere il gioco. La conquista per la conquista le appare più interessante della storia sentimentale che può snodarsi in seguito. Ottima intesa con Ariete, Cancro, Bilancia, Sagittario.

Lei. è una regina nata ed ha molte frecce nel suo arco per accalappiare gli uomini che saranno felici di immolarsi ai suoi piedi. Eppure manca di civetteria, può avere addirittura un atteggiamento aggressivo ed è sempre spietata nei suoi giudizi. Più che amare è di regola amata.

Lui. un uomo molto virile che adora il sesso. Si fa perdonare i modi a volte sbrigativi e autoritari perché è capace di proteggere e al tempo stesso valorizzare la lei che ha fatto breccia nel suo cuore. Tuttavia non è disposto a sacrificare le sue esigenze, nemmeno per amore.

 VERGINE

 E’ una strana Lilith, avvolta nel mistero e nell’indeterminato, che si ammanta di freddezza e respinge ciò che più desidera. La forte razionalizzazione degli istinti non impedisce tuttavia il nascere di qualche legame morboso. I nativi con questa Luna Nera hanno bisogno di un partner sessuale che capisca la loro indole complicata e sappia stuzzicarli nel modo giusto, senza scoraggiarsi di fronte al primo rifiuto. Amori interessanti con Toro, Cancro, Vergine, Bilancia, Scorpione.

Lei. Ha spesso un temperamento romantico sotto una maschera da ausiliaria dell’Esercito della Salvezza. Il sesso può diventare il suo chiodo fisso, il tabù non superato, e farle scegliere la solitudine, ma con batticuori e innamoramenti segreti per uomini che la trattano da buona amica.

Lui. La dolcezza dei suoi modi non tragga in inganno: sa essere crudele e sarcastico se una donna è invadente e noiosa, e diffida della passione, ritenendola pericolosa. L’eccessivo autocontrollo potrebbe però causargli forme di nevrosi e autolesionismo.

 BILANCIA

 La voluttà, la gioia del rapporto sessuale trionfano in questa Lilith sentimentale e raffinata, che gode nel creare un ambiente curato nei minimi dettagli per i suoi incontri con l’altro sesso. Delusa da un partner freddo o poco fantasioso, e sensibilissima al richiamo fisico, la luna nera bilancina si rifugia nell’avventura extraconiugale, inventandosi a volte grandi amori per giustificare le sue scappatelle. Bene con Toro, Gemelli, Cancro, Vergine, Bilancia, Pesci.

Lei. Ha forti impulsi sessuali ma ama essere corteggiata con stile. Attratta da ragazzi sul piano erotico, finisce spesso per legarsi a uomini maturi che la facciano sentire desiderata e protetta. Soffre di forti gelosie ed è piuttosto competitiva con le altre donne.

Lui. Può vivere una sessualità “doppia”: da un lato un ménage regolare, con rapporti abitudinari che lo annoiano un poco, dall’altro morbose passioni che scoppiano all’improvviso e lo sconvolgono, perché aspira a vivere in pace e armonia con se stesso e con gli altri.

 SCORPIONE

 La tentazione di far soffrire o di soffrire per amore è molto accentuata nella sadomasochista Lilith scorpionica. Il sesso ha un’importanza fondamentale per i nativi, ma potrebbero anche sublimare i loro istinti in grandi imprese o percorrere un cammino spirituale che li eleva al di sopra delle “bassezze della carne”. Questa Luna Nera può dare una serie di avventure o l’unica grande passione di una vita. Sì con Cancro, Scorpione, Pesci.

Lei. Nasconde il suo temperamento di fuoco dietro una maschera di freddezza o ironia, ma soffre terribilmente se qualcuno la ferisce. Odia il tran tran dei sentimenti, adora i legami segreti e giudica con occhi lucidissimi le défaillances del partner.

Lui. Può divorare grandi quantità di sesso ma ondeggia sempre tra le banali avventure e l’aspirazione al magico incontro in cui potrà instaurare con una donna un complicato rapporto di adorazione reciproca. È stimolato dalle difficoltà ed attratto da una lei già impegnata.

SAGITTARIO

 l’erotismo di questa Lilith ama soddisfare senza troppi patemi d’animo i propri desideri e porta a vivere il sesso in modo semplice e disinibito. La curiosità per le esperienze insolite è frenata dal buon senso e dalla scarsa passionalità di fondo. Il partner deve evitare di mostrarsi possessivo o ipersensibile e condividere le esigenze di libertà dalla Luna Nera sagittariana, che odia le complicazioni in amore. Gioia con Ariete, Toro, Leone, Bilancia, Sagittario, Aquario.

Lei. Attira gli uomini con la sua fresca sensualità e il suo buonumore e predilige quelli stranieri o diversi per estrazione sociale. Non è materna e rifiuta i legami morbosi e chi le fa perdere tempo perché esita a dichiararsi. Passa dall’amicizia al sesso.

Lui. Lo stuzzicano le donne indipendenti, un po’ matte e gli piace fare l’amore nelle situazioni insolite. Adora la lei incontrata in treno, in campeggio, su una pista da sci. Di fondo resta però un “piccolo borghese”, e teme le storie pericolose.

CAPRICORNO

 La Luna Nera in questo segno conferisce un temperamento introverso, diffidente e poco portato alle gioie del sesso. Spesso un’educazione rigida e un ambiente familiare conservatore e “bigotto” rendono problematico un approccio gioioso e sano all’amore. Ma i desideri repressi possono causare malinconia, frustrazione e nervosismo, o inspirare storie sentimentali con individui frigidi e complessati. Accordo con Toro, Vergine, Scorpione, Capricorno.

Lei. Tiene a distanza gli uomini e teme il rapporto sessuale, ma va in crisi quando vede le amiche più spregiudicate fare collezioni di flirt e allegre avventure. Ha bisogno di sentirsi davvero amata per “cedere” superando il complesso del padre che si trascina spesso dietro.

Lui. La donna esperta e passionale lo attrae terribilmente ma lo spaventa. Perciò ripiega volentieri sulla partner giovane e inesperta (per evitare confronti) o si chiude in una misogina solitudine o in un matrimonio serio e un po’ noioso.

 AQUARIO

 Un certo distacco affettivo si unisce a una certa disponibilità spontanea e divertita nei confronti di qualsiasi esperienza sessuale. I rapporti convenzionali che stancano però la Lilith aquariana, poco portata allo schematismo dei ruoli tradizionali (la donna tende ad essere spesso “maschile” e l’uomo “femminile”). L’amicizia può diventare un valido sostituto del legame sentimental-erotico oppure il medesimo viene vissuto amichevolmente. Feeling con Gemelli, Bilancia, Sagittario, Aquario.

Lei. Il sesso nel matrimonio, agganciato alla maternità, può farla sentire soffocata e provocare istinti di ribellione. Adora il corteggiamento, il gioco amoroso, la schermaglia, ma è poco disposta a sacrificarsi per amore. L’uomo adatto a lei deve essere allegro, spregiudicato e dinamico. Accanto ad un pantofolaio si sentirebbe morire.

Lui. Attira le donne e vive tante storie di sesso con disinvoltura, pronto a innamorarsi ma subito dopo timoroso dell’”incastro”. Tiene sopra ogni cosa alla sua libertà.

PESCI

 E’ una Lilith sentimentale e complicata che nasconde con pudore e propri impulsi erotici, ma capace di vivere grandi storie d’amore. Non è il sesso per il sesso ad attirarla quanto il clima un po’ morboso e decadente che si crea attorno a un rapporto difficile o sadomasochista. Spesso una dose di ingenuità rende vittime di individui contorti oppure opportunisti. Bene con Toro, Cancro, Vergine, Bilancia, Scorpione, Pesci.

Lei. Può restare legata tutta la vita ad un uomo che l’ha lasciata e nutrirsi di ricordi e romantiche fantasticherie, pur vivendo un rapporto regolare quotidiano con un altro. Dirotta spesso sul figlio maschio la tenerezza e la passione che non trovano sfogo in un partner di letto o si realizza in una attività artistica e creativa.

Lui. È un’anima gentile e tratta le donne con tenerezza e rispetto, ma è difficile a conti fatti “incastrarlo” e una lei con robuste esigenze sessuali potrebbe trovarlo deludente e infantile.

lezione di Astrologia

Mercoledì, 25 Maggio 2011

Il documento più antico sull’Astrologia è stato rinvenuto nell’area mesopotamica, a Ninive, nella biblioteca del Re assiro Assurbanipal, morto nel 626 a.C. . La biblioteca, costituita da tavoletta d’argilla (che oggi si conservano al Britsh Museum di Londra) scritte in caratteri cuneiformi e contenenti i calcoli per le orbite dei principali pianeti, è stata attribuita all’evoluto popolo dei Sumeri, nel 3000 a.C..
Intorno all’anno 1000 a. C. furono i sacerdoti Caldei a detenere l’esclusiva della conoscenza astrologica. Conoscevano i vari fenomeni dell’eclissi di Sole e di Luna, le stelle fisse ed il rapporto deistico dei pianeti: Astrologia, Astronomia e Religione avevano lo stesso significato e non esistevano “oroscopi individuali”, nati vari secoli dopo.
Il primo oroscopo venne fatto nel 410 a.C. al figlio del re Shuma Usur, ed il secondo fu per Alessandro Magno nel 356 a.C.
Dal VII al IV secolo a.C. l’astrologia divenne popolare fra i Persiani, Indiani, Cinesi e penetra in Grecia. Ma già secondo lo Zend-Avesta, il libro sacro dei Persiani e, nell’epopea Indù cantata nel Ramayana e nei libri sacri d’Egitto, i segni dello zodiaco ed i loro occulti significati erano apparsi molto tempo prima.
Fra le bellissime leggende che ci sono state tramandate due sono particolarmente affascinanti per chi si occupa di astrologia. Dicono i libri sacri d’Oriente che Rama, Re Indiano dei Veda, vissuto quattro o cinquemila anni prima della nostra era, il primo uomo al quale il Dio vivente Ormuzd abbia parlato, grande Re grande profeta, volendo guarire il suo popolo dalla piaga nefasta dei sacrifici umani e offrire a tutti gli esseri la catena d’amore, ebbe un giorno un sogno:
Rama si accorse di trovarsi in un tempio aperto, dalle larghe colonne, al posto della pietra del sacrificio si innalzava un altare, presso il quale stava in piedi il Genio che lo ispirava e sempre gli parlava durante il sogno. Egli aveva nella destra una face (elemento fuoco), nella sinistra una coppa e sorridendo disse: ” Rama, sono contento di te. Vedi questa face? E’ il sacro fuoco dello spirito divino. Vedi questa coppa? È la coppa di vita e amore. Dà la face all’uomo, la coppa alla donna”.
Rama obbedì e non appena ebbe l’uomo impugnato la face e la donna la coppa, il fuoco divampò spontaneo sull’altare … e il tempio si ampliava e le colonne si alzavano e salivano fino al cielo, sì che il firmamento divenne la sua volta. Rama, rapito dal sogno, si vide trasportare sulla cima di una montagna, sotto il limpido cielo stellato, mentre il suo Genio standogli accanto, gli spiegava il senso delle costellazioni e gli faceva leggere nei fiammeggianti segni dello zodiaco i destini dell’umanità”.
Quando Rama, dopo essere diventato padrone dell’India e Re spirituale della Terra per virtù della sua energia, del suo Genio e della sua bontà, oramai vecchio si ritrasse sul monte Albori, fra Balk e Bamyan, in un rifugio conosciuto dai suoi discepoli, lasciò loro come testamento i segni dello zodiaco.
Il cerchio zodiacale per la sua forma, per la suddivisione in dodici Case, a cui corrispondono i dodici segni, può essere definito “ruota della vita”.
Ciascuna Casa, infatti, rappresenta un settore dell’esistenza di un individuo ed è influenzata dal segno zodiacale nel quale si trova a cadere.
maria

Il seminario di Astrologia 1° anno sarà suddiviso in 14 lezioni.